Amplifon

Primeggia nel mondo con le soluzioni e i servizi per l’udito. Mentre rafforza la leadeship con quattro principi guida

Enrico Vita

Enrico Vita

Numeri uno non solo in Italia ma nel mondo. Con una quota di mercato globale del 10%, Amplifon è leader mondiale nelle soluzioni e nei servizi per l’udito. La crescita è stata costante e significativa negli ultimi 15 anni sia in termini di ricavi, saliti in media dell’11% l’anno, sia per redditività, con un margine lordo cresciuto di quasi il 18% per anno. Nessun segreto, però: sono i frutti di una strategia solida e costante, che ha saputo adattarsi al mercato: l’internazionalizzazione, l’innovazione e la massima personalizzazione nel servizio offerto, una gestione ottimale del capitale umano e una costante ricerca di una relazione emotiva sempre più forte con i propri clienti.



«L’ambizione di crescita ha portato la nostra azienda a voler competere su un palcoscenico prima europeo ma ben presto mondiale già dal lontano 1999, quando siamo stati fra i primi a sbarcare negli Stati Uniti», dice l’Amministratore delegato, Enrico Vita. «Importanti e coraggiose acquisizioni, fra cui anche la più recente nell’area Asia-Pacific nel 2010, ci hanno permesso di entrare progressivamente in tutti i continenti, di raddoppiare in meno di 15 anni la nostra quota di mercato mondiale». Oggi Amplifon sviluppa all’estero oltre il 75% del proprio fatturato ed è presente in 22 paesi e in molti di questi è leader di mercato, come negli Stati Uniti, dove gestisce la più grande rete di punti vendita per soluzioni e servizi per l’udito.

Il secondo punto di forza sono l’innovazione e la massima personalizzazione del servizio. Il modello di business della società integra solide competenze medicali e retail al fine di rispondere alle specifiche esigenze di ogni cliente, non solo quelle uditive, attraverso l’offerta di servizi sempre all’avanguardia e altamente professionali. Inoltre, il Gruppo sta sviluppando un forte vantaggio competitivo grazie al continuo sforzo nell’istaurare una relazione emotiva sempre più solida con i propri consumatori. «In un mercato fortemente sotto-penetrato come il nostro, un’appropriata attività di comunicazione volta a ridurre gli elementi negativi associati ai problemi di udito, così come la possibilità a chiunque entri nei nostri negozi di vivere un’esperienza positiva, emotivamente calda per mezzo di valori e dell’immagine del nostro marchio, forniscono un ulteriore volano alla crescita organica nei diversi paesi in cui siamo presenti», ha commentato Vita, che sotto la sua guida ha incrementato sostanzialmente le attività di comunicazione e marketing in Europa con una significativa accelerazione della crescita dei ricavi.

Infine, il capitale umano. «Il successo del Gruppo Amplifon ruota intorno alle capacità e alle professionalità delle persone che vi lavorano e allo sviluppo continuo dei talenti», continua Vita. «Basti pensare che investiamo in formazione circa 7 milioni di euro l’anno, circa il 5% del margine operativo lordo». Negli ultimi cinque anni il gruppo ha creato oltre 1.600 nuovi posti di lavoro qualificati e ha visto il numero di audioprotesisti aumentare da circa 4mila a oltre 5.200. «È un percorso di successo», conclude l’Ad, «che continueremo a seguire con determinazione».