Azimut Benetti

Riferimento dell’innovazione e della qualità made in Italy, il più grande costruttore al mondo di megayacht porta lo stile tricolore anche nei servizi

Paolo e Giovanna Vitelli

Paolo e Giovanna Vitelli

Azimut Benetti Group incarna quella sintesi di capacità progettuali, creative e artigianali che fanno oggi del made in Italy un linguaggio universalmente riconosciuto. «Tutti ci guardano. Molti ci copiano. È una grande responsabilità e uno stimolo al rinnovamento continuo, nel design, nella tecnologia e nel servizio», afferma il fondatore e Presidente, Paolo Vitelli, insignito del premio alla carriera Lifetime achievement award per il contributo decisivo all’industria nautica.



Dal 1969 l’Italian style seduce il mondo a bordo dei marchi Azimut Yachts, unità plananti da 10 a 37 m, e Benetti, megayacht semiplananti e dislocanti fino a 100 m,  che offrono la più ampia e completa flotta sul mercato: 45 modelli in produzione nei sei cantieri di Avigliana (To), Savona, Viareggio, Livorno, Fano (Pu) e Itajai (Brasile), oltre ai 32 in progettazione da qui ai prossimi tre anni. Una storia di successi, di innovazioni, soprattutto una storia di famiglia, che ha saputo conservare la proprietà e l’indipendenza, impegnando oggi la seconda generazione. «Abbiamo affrontato la crisi con riserve umane, tecnologiche e finanziarie accumulate in 40 anni di lavoro in ossequio al principio: azienda ricca, famiglia povera. Cambiando anche la cultura manageriale», spiega Vitelli. «È il presupposto per un passaggio generazionale sereno, con mia figlia Giovanna che sta creando un gruppo di lavoro giovane e motivato».

Il fatturato è salito a 747 milioni, con utili reinvestiti per 500 milioni dal 2005 nello sviluppo strategico dell’azienda. Perché intorno agli yacht Azimut e Benetti non c’è solo il mare, ma un mondo di servizi, per coccolare ogni armatore: dai pacchetti finanziari personalizzati all’assistenza del Concierge club; dalla Styling lounge, dove poter pianificare ogni dettaglio di design dello yacht, alle quattro Marine di Viareggio, Varazze, Mosca e Livorno (in costruzione), gestite secondo una logica di servizi integrati.

All’avanguardia anche nell’assistenza tecnica e nello yacht management, il gruppo può contare sulla professionalità di due leader come Lusben e Fraser Yachts. Dice Vitelli: «I mercati di riferimento sono Europa, Usa e Medio Oriente. Brasile, Russia e Cina, miraggio di qualche anno fa, ora sono in affanno. Ciò dimostra che un’azienda come la nostra, multinazionale tascabile, deve essere presente in tutto il mondo ma pronta a cogliere le opportunità là dove si presentano».