Octo Telematics

Ha rivoluzionato il modello di business dei più importanti gruppi assicurativi del mondo. Grazie a un sistema Gps con tecnologia all'avanguardia di elaborazione dati. Per offrire tariffe personalizzate e assistenza

Fabio Sbianchi

Fabio Sbianchi

Octo Telematics è oggi leader nella fornitura di servizi e sistemi telematici per il mercato dell’assicurazione e dell’auto, detiene il 36% del mercato mondiale nella telematica assicurativa e acquisisce ogni giorno più di 7mila nuovi clienti. A oggi sono oltre 4 milioni le auto connesse e i clienti che usufruiscono dei servizi di Octo. La Clear Box nasce per premiare i clienti virtuosi e supera il concetto di scatola nera. Tramite un sofisticato sistema Gps è in grado di registrare percorsi e tempi d’uso del veicolo e di abilitare una serie di servizi a valore aggiunto per le compagnie assicurative e gli automobilisti.

Si va dai servizi di profilazione dello stile di guida del conducente per l’elaborazione di polizze personalizzate, pay-per-use e pay-as-you drive, alla registrazione dei dati di incidente e la loro gestione per l’elaborazione dei servizi di claim management. Offre inoltre i servizi di Svr (Stolen vehicle recovery) in caso di furto dell’auto, i servizi di assistenza in caso di emergenza e quelli dedicati al fleet. L’approccio è dunque win-win: le compagnie e i clienti condividono obiettivi, risultati e benefici tangibili.

Octo Telematics nasce nel 2002 dall’osservazione di un bisogno trasformata in un’idea all’avanguardia. La partenza non è stata facile. «Andavamo dalle assicurazioni per vendere un prodotto capace di certificare l’utilizzo dell’auto per singolo cliente. Il nostro contatore andava intuitivamente contro il business model di un’assicurazione, che lavora basandosi sul modello della mutualità fra tutti i clienti. In realtà stavamo introducendo il pay-per-use prima ancora che esistesse questa espressione», racconta Fabio Sbianchi, fondatore e Ceo di Octo Telematics. Nel 2005 il Gruppo Unipol lancia la prima polizza Rc auto con tariffa specifica basata sui servizi telematici. Poi arrivano Axa, Bmw e Fiat e Octo diventa il pioniere di un nuovo settore.

Dal 2008 inizia l’espansione internazionale con apertura delle sedi in Uk, in Francia e in Spagna e successivamente in Brasile. Fonda nel 2010 Octo Usa e nel 2013 apre una sede in Germania. Nel 2015 trasferisce il proprio headquarter da Roma a Londra. Oggi il secondo mercato è il Nord America, dove Octo ha già attivato i suoi servizi su oltre un milione di veicoli. L’ambizione di Sbianchi per il futuro di Octo? Realizzare una Telematics Academy per concorrere a formare i futuri manager che nelle differenti industries accompagneranno la rivoluzione del settore assicurativo e delle connected car.